Storia

La nascita dell’Associazione ex Granatieri, tale era la denominazione iniziale, risale agli inizi del 1911 a Milano, per iniziativa personale del Commendatore Enrico Torrani, fondatore di alcune importanti industrie di cereali, il quale – già Granatiere della 7^ compagnia del 1° Reggimento Granatieri di Sardegna – cominciò a gettare le basi del Sodalizio, raccogliendo i Granatieri che avevano prestato servizio nei due Reggimenti della Specialità, il Primo ed il Secondo, perché “continuassero nella vita civile a coltivare, in fraternità di spirito, quelle amicizie e simpatie cameratesche acquisite in guerra o sui campi di battaglia“.

La costituzione ufficiale dell’Associazione avvenne il 14 aprile 1912, con una Assemblea tenuta presso la “Casa del Soldato” di Via della Signoria, durante la quale fu anche benedetta la Bandiera sociale.

Il Sodalizio cominciò a prendere sempre più forza specialmente con la massiccia affluenza dei reduci della Brigata, tornati alla vita civile dopo le cruente e gloriose vicende della Prima Guerra Mondiale.

Sotto la guida e lo stimolo della Sezione di Milano, in pochi anni si costituirono Sezioni dell’Associazione in tutte le Province del territorio nazionale.

Nel corso del Congresso di Genova, nell’aprile del 1927, si convenne di dare all’Associazione una dirigenza a carattere nazionale e venne a tale scopo costituito un Comitato Centrale con il primo Presidente Nazionale, Generale Paolo Anfossi, che inquadrò l’Associazione su base militare, trasformandola in 4° Reggimento Associazione Nazionale Granatieri (A.N.G.).

Successivamente, sotto la presidenza dell’allora Principe di Piemonte, Umberto di Savoia, il futuro Re di Maggio, che aveva militato nel Corpo per tutta la carriera da semplice Granatiere a Sottotenente, l’Associazione divenne la 2^ Brigata Granatieri in congedo.

Nello stesso anno, la Presidenza nazionale venne trasferita da Milano a Roma. Solo dopo la Seconda Guerra Mondiale, con il Presidente, Generale Carlo Melotti, il Sodalizio ebbe la denominazione attuale di Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna e si diede l’avvio alla stampa di un giornale nazionale dal titolo “Il Granatiere”, che si pubblica tuttora sotto la direzione del Generale di Brigata in ausiliaria Antonino Torre.

Il 16 ottobre 1954, un Decreto del Presidente della Repubblica riconobbe la personalità giuridica del Sodalizio ed approvò il suo Statuto.