Disposizioni per elezione Organi centrali ANGS

A.N.G.S . ELEZIONE ORGANI CENTRALI  02 APRILE 2017

Domenica 2 aprile 2017, presso tutti i Centri regionali ANGS, avranno luogo le elezioni degli Organi centrali dell’ANGS.
L’Assemblea nazionale, costituita dai Presidenti di Centro regionale, dai Presidenti di Centro territoriale e dai Presidenti di Sezione, espleterà il diritto di voto per eleggere, su indicazioni fornite dalla base in relazione alle candidature presentate dai soci, le seguenti cariche:
– Presidente nazionale;
– Vice Presidente nazionale;
– Presidente Collegio dei Probiviri;
– n. 7 Membri Collegio dei Probiviri, di cui n.3 Membri supplenti;
– Presidente Collegio dei revisori dei conti;
– n. 4 Membri Collegio dei revisori dei conti, di cui n.2 Membri supplenti;
– Presidente del Centro Studi;
– n. 6 Membri Centro Studi, di cui n.2 Membri supplenti.

Le candidature per ciascuna delle suindicate cariche dovranno pervenire alla Presidenza nazionale, sita in Piazza Santa Croce in Gerusalemme n. 7 00185 Roma, ovvero per email: assogranatieri@libero.it oppure posta certificata: assogranatieri@pec.it   entro e non oltre il 23 marzo 2017.

Si possono candidare tutti i soci che hanno maturato tre anni di iscrizione all’Associazione, vedasi Regolamento di attuazione dello Statuto.

Le citate candidature, per ciascuna carica, dovranno riportare:

  • il programma che si vuole realizzare;
  • il curriculum vitae, nel quale deve risultare la data e la sezione in cui il socio è iscritto nel 2017 ;
  •  l’ autocertificazione di essere stato iscritto, con continuità, all’ ANGS nel trienno 2014-2016 ;
  •  la dichiarazione di accettazione della eventuale  elezione alla carica cui si è candidato.

Le candidature per ciascuna carica  che perverranno alla Presidenza nazionale saranno diramate a tutte le Sezioni e Nuclei entro e non oltre il 26 marzo 2017.
A mente del Regolamento di attuazione dello Statuto edizione 2017, non saranno accettate le candidature che perverranno dopo il 23 marzo 2017, ossia dopo il decimo giorno precedente l’elezione.

Il Regolamento di attuazione dello Statuto specifica nel dettaglio le attività inerenti all’elezione in oggetto.

Per informazione, si rammenta che, a mente dell’ art. 22 dello Statuto, i sei Consiglieri facenti parte del Comitato nazionale (art. 23 dello Statuto) di seguito specificati:

 . Consigliere amministrativo;

 . Consigliere addetto all’Assistenza;

 . Consigliere addetto alle Attività sociali e alla protezione civile;

 . Consigliere addetto alla Comunicazione sia Web che Stampa;

 . Consigliere responsabile della verifica delle attività poste in essere dalle Sezioni per il reperimento di nuovi soci;

 . Consigliere responsabile della verifica dell’impiego delle risorse umane e finanziarie per lo svolgimento dei progetti e delle attività associative a livello periferico.

vengono nominati dal Consiglio nazionale.

La nomina di detti sei Consiglieri nazionali  avverrà al termine delle operazioni di scrutinio e dichiarazione degli eletti agli Organi centrali (Presidente nazionale, Vice Presidente nazionale, Presidente Collegio dei Probiviri,n.7 Membri Collegio dei Probiviri, Presidente Collegio dei revisori dei conti, n.4 Membri Collegio dei revisori dei conti, Presidente del Centro Studi, n.6 Membri Centro Studi.)

Ciascun aspirante Consigliere nazionale dovrà far pervenire alla Presidenza nazionale, con le modalità sopra indicate, la propria candidatura precisando la carica cui si candida , dichiarando, nella stessa candidatura, l’accettazione della eventuale nomina Consigliere nazionale.

 

 MEMORADUM  PER I PRESIDENTI  DEGLI ORGANI PERIFERICI 

 

1. ATTIVITA’ PRIMA DELLE VOTAZIONI DEI PRESIDENTI di SEZIONE

I presidenti delle Sezioni dopo aver ricevuto dal Presidente del Centro Regionale, entro sette giorni prima della data delle votazioni, le candidature alle varie cariche con i relativi programmi, le rendono note ai soci.

I Soci indicheranno al Presidente della Sezione i candidati che ritengono debbano essere eletti alle varie cariche.

Il Presidente di Sezione in caso di comprovati motivi ostativi a partecipare alle votazioni, il giorno 2 aprile p.v., può delegare ESCLUSIVAMENTE un Consigliere facente parte del Consiglio di Sezione. NON POSSONO ESSERE DELEGATI SOCI NON FACENTI PARTE DEL CONSIGLIO DI SEZIONE.

2. ATTIVITA’ PRIMA DELLE VOTAZIONI A LIVELLO CENTRO REGIONALE

Il Presidente del Centro Regionale deve diramare le candidature alle Sezioni e ai Centri Territoriali a  mano a mano che gli pervengono dalla presidenza nazionale.

Il Presidente di Centro Regionale deve:

  • approntare l’elenco dei votanti che sono precisamente coloro che costituiscono la Assemblea nazionale (Presidente di Centro regionale(CR) , Presidente di Centro Territoriale(CT), Presidenti delle Sezioni, o loro delegati. In particolare in caso di motivata indisponibilità il Pres. CR può delegare il Vice Pres. di Centro Regionale, per il CR Veneto il Vice Presidente più anziano in età, il Presidente di CT può delegare un Presidente di Sezione, tra le Sezioni che costituiscono il CT, il Presidente di Sezione può delegare un Consigliere del Consiglio di Sezione).

Qualora lo ritengano necessario, al fine della economicità, si possono costituire due seggi elettorali (tre per il CR VENETO) posti in località che non                      comportino lunghi spostamenti per i presidenti di Sezione e di Centro Territoriale.
I presidenti dei seggi saranno il presidente di Centro Regionale e il Vice presidente del Centro Regionale e i due Vice presidenti di CR Veneto (i  vice  presidenti di CR non hanno diritto di voto, se non delegati dal presidente del CR a sostituirlo nella votazione). Essi saranno affiancati da due membri  ciascuno scelti tra i soci presenti;

  • stampare, pari al numero dei votanti, le schede per le varie tipologie di cariche da eleggere, che sono  pervenute via e-mail dalla presidenza nazionale. Il presidente del seggio e i due scrutatori dovranno siglare e NON firmare ciascuna scheda.  Deve  essere  apposta solo la sigla e  non la firma  al fine di rendere non  riconoscibile il luogo ove si è votato;
  • approntare un posto separato nella stanza delle votazioni che assicuri la riservatezza nell’espletamento del voto;
  • approntare un’urna (esempio una scatola) dove verranno versate le schede votate carica per carica;
  • piegare preventivamente in quattro le schede in modo che sia facile la loro successiva chiusura da parte dei votanti e, nel contempo, non sussista possibilità che le stesse possano involontariamente aprirsi;
  • disporre di penne biro di color nero per l’espletamento del voto;
  • stampare il verbale delle elezioni, approntato dalla presidenza nazionale, che dovrà essere compilato dal presidente del seggio elezioni durante.

3. ATTIVITÀ A SVOLGERE NEL CORSO DELLE VOTAZIONI A LIVELLO CR

–   scegliere tra i soci presenti due membri che affianchino il presidente del seggio nelle operazioni;

–    riconoscere il votante che deve firmare, sull’elenco dei votanti, a fianco del proprio nome Se è delegato deve consegnare la delega ricevuta (è accettata una e una sola delega);

–     fornire al votante la scheda da votare nell’ordine stabilito dal Regolamento di attuazione dello Statuto a iniziare da quella del Pres. Nazionale, Vice Presidente nazionale ecc  vedasi art. 35 para 4 comma 7 del Regolamento di attuazione dello Statuto).

In particolare:
. la scheda relativa all’elezione del Presidente nazionale, del vice Presidente nazionale riporta una sola riga sulla quale scrivere il nominativo del candidato prescelto;

. la scheda relativa all’elezione del Presidente del Collegio dei probiviri, del Presidente del Collegio dei revisori dei conti e del Presidente del Centro studi riporta una sola riga sulla quale scrivere il nominativo del candidato prescelto;

. la scheda relativa all’elezione dei membri del Collegio dei probiviri riporta sette righe sulle quali scrivere i nominativi dei sette candidati prescelti;

. la scheda relativa all’elezione dei membri del Collegio dei revisori dei conti riporta quattro righe sulle quali scrivere i nominativi dei quattro candidati prescelti;

. la scheda relativa all’elezione dei membri del Centro studi riporta sei righe sulle quali scrivere i nominativi dei sei candidati prescelti.

Sono ritenute valide le schede che contengono un numero di preferenze eguale ovvero inferiore al previsto. Nulle quelle che contengono un numero di preferenze superiore al previsto;

– al termine di ogni votazione, le schede vengono contate e chiuse in una busta sulla quale si deve riportare: Elezione del …… ( ad esempio del Pres. Nazionale, del Pres. Collegio dei Probiviri, ecc); il numero di schede in essa contenute devono corrispondere ai votanti riportati sul verbale. La busta deve essere sigillata con fascetta di garanzia e riportare le firme del presidente di seggio e dei due membri.

Solo dopo aver fatto ciò si procede all’elezione della carica successiva, sempre secondo l’ordine previsto dal Regolamento (art. 35 para 4 comma 7 del Regolamento di attuazione dello Statuto).

– al termine delle votazioni di tutte le cariche elettive viene chiuso il verbale e le schede suddivise in buste per le varie tipologie delle cariche da eleggere vengono sigillate in una busta più grande, sul frontespizio della quale deve essere riportato coloro che hanno espletato il voto (es. pres. Sezione di …..   Centro territoriale di … , pres. Centro Regionale del …) e allegato il verbale firmato dal presidente del seggio e dai due membri.

Il tutto dovrà poi essere consegnato al Presidente del Centro Regionale o suo delegato ( Vice Presidente CR oppure Presidente di sezione) che le recapiterà alla presidenza nazionale per lo spoglio e la dichiarazione degli eletti.

I presidenti del Centro Regionale con i verbali redatti presso ogni posto votazione e  le predette buste contenenti tutte le schede per le varie tipologie di cariche da eleggere, sigillate presso ogni posto di votazione dal Presidenti di seggio e dai membri del seggio, si recheranno presso la presidenza nazionale, nel giorno e ora stabiliti (6 aprile 2017 ore 0930), per lo spoglio delle schede.

4.  ATTIVITA’ DOPO LO SVOLGIMENTO DELLE VOTAZIONI A LIVELLO CR

Nel giorno stabilito (6 aprile 2017 ore 09.30) si procederà allo spoglio nel luogo stabilito dalla presidenza nazionale, che verrà comunicato a parte. Prima di dare corso allo spoglio  verranno eletti tra tutti i Soci presenti il Presidente e due  Scrutatori del seggio.

Questi provvederanno a:

– far deporre dai vari presidenti di CR le schede votate per ciascun tipo di carica nelle otto urne, dopo aver controllato che la loro entità numerica corrisponda a quanto riportato nel verbale. Terminate queste operazioni, di inserimento delle schede nelle urne, esse verranno rimescolate e si procederà quindi allo spoglio delle stesse  secondo il seguente ordine: ( vedasi art. 35 para. 4 comma 7);

.  presidente nazionale;

.  vice presidente nazionale;

.  presidente del Collegio dei  probiviri;

.  presidente del Collegio dei revisori dei conti;

.  presidente del Centro studi;

.  membri del Collegio dei probiviri;

.  membri del Collegio dei revisori dei conti;

.  membri del Centro studi;

Il verbale relativo alla elezione del Presidente nazionale deve essere redatto a parte poiché dovrà successivamente, per le incombenze previste, essere inviato alla Prefettura di ROMA, all’ Agenzia delle Entrate, alle Poste Italiane, alla BCC di ROMA, all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Per l’elezione delle  rimanenti cariche verrà redatto un unico verbale.