102° ANNIVERSARIO BATTAGLIA DI FLAMBRO

27 OTTOBRE 2019 – 102 ANNI –   GRANATIERI : PRESENTI !

Ricordare la nostra “Storia” è esserci. Essere nei luoghi dove i Granatieri sono stati e hanno espresso il loro valore. E anche oggi a Flambro, insieme alle Colonnelle del Friuli Venezia Giulia e del Veneto, con le Associazioni d’Arma Consorelle, con la popolazione di Talmassons che ormai sente i Granatieri come suoi.   La Grande Guerra: l’epopea del Cengio, Flambro con la “Battaglia dei Ponti”, sono alcuni tra i simboli della nostra “Vera Storia”.  Alla fine di ottobre del 1917 con la sconfitta di Caporetto una parte del fronte cede :la seconda armata italiana viene travolta dagli austro-tedeschi,  una rovinosa ritirata con migliaia  di soldati sbandati cui si uniscono dei profughi spaventati procede verso il Tagliamento. Il Comandante Cadorna decide la ritirata e che la III^ Armata,  debba ritirarsi per evitare possa essere presa alle spalle dal nemico protetta dalla retroguardia lungo la pianura friulana verso i ponti del Tagliamento. Furono giornate drammatiche, ma non ci si arrese al fato. I Granatieri, in retroguardia, dettero il massimo della loro determinazione e valore;  “Flambro”  fu  una battaglia di orgoglio e di coraggio dei granatieri del 2^ reggimento che poi prenderà nome del “Cengio”. Fu la passione e l’orgoglio dei “Bianchi Alamari” che segnarono una pagina d’onore alla quale  come oggi ha detto il Sindaco di Talmassons, ancor’oggi dobbiamo  ispirarci  per il rilancio della nostra Italia. e quei granatieri, che ha definito “Granatieri di Flambro”  insieme alla popolazione in quei drammatici giorni  non solo  fecero rinascere , la speranza  ma confidarono nella  vittoria sfidando le tendenze negative del momento . Questo ci insegna a sconfiggere le passioni negative per rinascere. rinascere ciascuno, in unità di sentimenti, di speranza, con e nella comunita’, regione, nazione in cui viviamo , per essere orgogliosi di quello che siamo stati, che siamo e che saremo. Ma non solo Talmassons sente  la vicinanza ai Granatieri, anche  la Regione Friuli Venezia Giulia sente l’orgoglio della nostra Storia , il Presidente del Consiglio Regionale Dott Piero Mauro Zanin, per l’attività fattiva di tutela della memoria storica dei Granatieri di Sardegna nella regione, ha donato il Sigillo  della Regione Friuli Venezia Giulia alla sezione di Trieste- Istria – Fiume e Dalmazia . Uno sprone ad andare avanti e Viva l’Italia, Viva i Granatieri di Sardegna. Gra Gen. B. Francesco Bonaventura  FOTOGRAFIE